Radio3

Contenuti della pagina

2013: UN ANNO DI PAROLE VECCHIE E NUOVE

slcontent


LE PAROLE SONO IMPORTANTI


 

Luca Bottura cura per il Corriere della Sera la rubrica satirica a tema sportivo Makaroni e per Sette una rubrica di critica musicale, sempre di taglio satirico. Dal 2007 conduce su Radio Capital la rassegna stampa (anche in questo: satirica) Lateral, in onda ogni mattina dal lunedì al venerdì dal 2006. Ha scritto tra gli altri per Crozza, Bertolino, Cornacchione e ha lavorato con Gene Gnocchi e come autore televisivo per Celentano e al Festival di Sanremo. Tra i suoi libri ricordiamo l’ultimo  Silvioseivecchio. E in omaggio oltre 270 liste, vere o verosimili, per rottamarne una (Aliberti, 2013).


 

LE PAROLE DELL’ANNO SECONDO:


 

Cristiana De Santis insegna Linguistica italiana all’Università di Bologna, ha scritto – tra l’altro – Grammatica in gioco (Dedalo 2011) e, insieme a Michele Prandi, Le regole e le scelte. Manuale di linguistica e di grammatica italiana (Utet Università, 2011).


 

Michele Cortelazzo insegna Linguistica italiana all′Università di Padova, nel Dipartimento di Studi linguistici e letterari di cui dal 2012 è Direttore è da poco uscita per i tipi dell’editore Esedra una sua raccolta di saggi che s’intitola I sentieri della lingua. (Saggi sugli usi dell'italiano tra passato e presente). Cortelazzo si è particolarmente distinto in questi ultimi anni per la sua battaglia anche politica contro il burocratese.

 


Giovanni Adamo dirige per il CNR, il centro nazionale delle ricerche, l’Osservatorio neologico della lingua italiana; è autore, tra l’altro, con Valeria Della Valle del Vocabolario Treccani dei Neologismi. Parole nuove dai giornali e del saggio Le parole del lessico italiano pubblicato nel 2008 da Carocci.

 

Gabriella Alfieri insegna Linguistica italiana all’Università di Catania. Tra i suoi ultimi lavori: Lingua italiana e televisione, pubblicato da Carocci e scritto insieme a Ilaria Bonomi.


 

SCUOLAPOP

 

Valerio Corzani intervista per La Lingua Batte Rita Botto.

 

Rita Botto, cantante siciliana di Catania, è considerata una delle eredi della grande Rosa Balistreri E' interprete della musica e della tradizione vocale della Sicilia, di musica jazz, folk, folklore e tradizioni siciliane. Musicista, tra i tanti artisti con cui ha collaborato ricordiamo Antonio Marangolo, Kaballà, Mario Venuti, Teo Ciavarella, Ruggero Rotolo, Giovanni Arena, Alfredo Laviano, Felice Del Gaudio, Giuseppe Finocchiaro, Carlo Cattano, Roberto Rossi, Paolo Caruso.

 

 

LA PAROLA DELLA SETTIMANA

 

Apericena.

 

Credits

un programma condotto da Giuseppe Antonelli
a cura di Cristina Faloci
in regia e redazione Manuel de Lucia

Giornata proGrammatica


Le Olimpiadi di Italiano
Una collaborazione con MIUR

Social Network

 


Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key