Radio3

Contenuti della pagina

Leggere la Bibbia

slcontent

Profeti Sofonia e Abacuc
con  Luca Mazzinghi
Domenica 20 novembre

 

Oggi ancora due dei profeti che, con tutta probabilità, si collocano prima della distruzione di Gerusalemme, prima della deportazione del popolo ebraico in Babilonia, così come il primo Isaia, Amos, Osea, Michea e Naum. Dalla prossima settimana vedremo i profeti dell’esilio: Ezechiele, Geremia, il secondo Isaia. E poi l’ultimo gruppo: quello dei profeti che tornano dall’esilio, quindi con nuove aspettative, ma anche con nuove esperienze alle spalle: il terzo Isaia, Abdia, Aggeo, Gioele, Giona, Malachia. Oggi dunque due profeti, Sofonia e Abacuc  che, ancora, assistendo alle invasioni, ai saccheggi, e vedendo che il proprio popolo invece di accrescere la fedeltà al signore, e il camminare lungo le sue vie, accrescere il disordine e i comportamenti iniqui, invocano la giustizia del Signore. Nelle loro parole troveremo echi dell’apocalisse e del Dies irae, ma, su tutto, la difesa degli umili e dei poveri, e la promessa che vi sarà redenzione, almeno per il “resto” di Israele. Anche questa volta ci accompagna il biblista Luca Mazzinghi

 


Suggerrimenti di lettura 
Martin Lutero, La lettera ai romani (1515 - 1516), San Paolo edizioni 2006



Ascolto Musicale
Giuseppe Verdi, Dies irae, etichetta Grammophon 



Parole
I profeti sono uomini senza biografia
                                       Karl Barth


Il nabi' ripete continuamente la parola a determinate persone, lì davanti a lui, che sono la rappresentanza viva di Israele.Nel suo parlar egli si situa sempre in quel punto del tempo in cui il destino si decide, e a tale decisione partecipano, con la loro decisione, le persone lì davanti a lui. Con il suo annuncio della parola, egli le pone di fronte alla decisione tra la vita e le vie. E quando sembra che egli preannunci con la massima precisione una sventura inevitabile il cui tempo è fissato, rimane ancora spazio per il "Chissà!", aperto nonostante tutto alla speranza; rimane spazio per la "conversione" di quest' ultimo alla grazia.
                                                                                                        Martin Buber

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key