Radio3

Contenuti della pagina

Storie

slcontent

Disabilità e Spiritualità
con Guenda Malvezzi, Paola Fanzini



Nell’agosto del 1964, il filosofo e filantropo canadese Jean Vanier, ospitando due disabili mentali in una casa di Trosly, in Francia, sanciva l’atto di nascita de L’Arche, che da allora si diramerà in centinaia di comunità in tutto il mondo. L’integrità della persona disabile ne era l’intuizione profonda. Integrità da intendersi anche e soprattutto nella sua dimensione spirituale. Con Guenda Malvezzi , coordinatrice de L’Arca per l’Italia e la Francia, e Paola Fanzini presidente dell’associazione La Lampada dei desideri, indagheremo il rapporto tra disabilità e spiritualità. Un nodo molto problematico e irrisolto, se in molti ancora si chiedono se sia giusto somministrare i sacramenti ai disabili con gravi handicap mentali, mentre altri, nel dubbio, glieli negano. Ma cosa definisce davvero un individuo e la sua esperienza del sacro? La verifica della ragione? L’abilità tecnica? Il saper ripetere con scioltezza la parola giusta al momento giusto? Di quale accoglienza è capace la profondità dell’animo umano, seppure ci appaia murata nel più impenetrabile autismo?



Suggerimenti di lettura
Jean Vanier, La storia dell’Arca. Comunità da scoprire, EDB 1997
Jean Vanier, La comunità che accoglie i rifiutati, Jaca Book 1997
Jean Vanier, Julia Kristeva, Il loro sguardo buca le nostre ombre. Dialogo tra un non credente e un credente sull’handicap e la paura del diverso, Donzelli 2011
Veronica Donatello, Una fede per tutti. Persone disabili nella comunità cristiana, EDB 2013
Massimo Fioranelli, Il decimo cerchio. Appunti per una storia della disabilità, Laterza 2011
Jean Vanier, La nostra vita insieme, San Paolo 2014



Link

Sito Internet ufficiale di Jean Vanier: http://www.jean-vanier.org/

Servizio di Protestantesimo su La Lampada dei desideri: https://www.youtube.com/watch?v=DTSaA_Lm_Ss



Musica
Philip Glass, Fantasia - Concerto per due timpani e orchestra -
Evelyn Glenni, Gerard Schwarz, Johnatan Hass e La Royal Liverpool Philarmonic Orchestra



Parole
L'amore è non fare cose straordinarie o eroiche, ma fare cose ordinarie con tenerezza. Davanti ad un malato grave di Alzheimer, per esempio, quando non è più possibile fare nulla per lui se non prendergli la mano e restare in silenzio. La debolezza non è felicità se non si è amati. Altrimenti diventa l'inferno. Davanti questo malato, dunque ci si deve inginocchiare e aspettare. Il calore della mano, nel silenzio impotente, gli trasmetterà dritto al cuore che lo si ama per quello che è diventato. Tutto qui. Questo è amore

                                                                                  Jean Vanier

    Jean Vanier

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key