Radio3

Contenuti della pagina

Tanzio da Varallo incontra Caravaggio

slcontent

Il maestro e uno dei suoi più grandi seguaci al confronto. Il Seicento italiano risplende nel chiaroscuro di Caravaggio e nelle tredici tele di Tanzio da Varallo, esposte nelle sale di palazzo Zevallos Stigliano (via Toledo 189) nell'ambito della mostra "Tanzio da Varallo incontra Caravaggio", aperta fino all'11 gennaio.
Antonio d'Errico (questo il vero nome di Tanzio), figlio di scultori, era originario del Piemonte, del piccolo borgo di Alagna. Avviato fin da giovanissimo all'arte era poco più che ventenne quando nel 1600, a Roma, vide per la prima volta un dipinto del Caravaggio. Ne rimase folgorato. Le novità pittoriche introdotte da quel grandissimo pittore, tanto geniale quanto scapestrato, ne avrebbero influenzato tutta la futura opera artistica. E non solo la sua. Tanzio è infatti uno dei maggiori esponenti della corrente definita "Caravaggismo", a cui aderirono numerosi artisti italiani e stranieri, profondamente colpiti dal forte realismo e dai contrasti decisi di luce e ombra introdotti dal Merisi.
L'esposizione racconta il periodo che Tanzio trascorse lontano dalla sua Valsesia, quando lavorò tra Napoli, l'Abruzzo e altri territori dell'allora Viceregno spagnolo. In mostra vi sarà anche il "Martirio di Sant'Orsola" (punta di diamante della collezione permanente di Palazzo Zevallos), ultimo capolavoro realizzato da Caravaggio nel 1610, lo stesso anno della sua morte. Accanto, quindici dipinti realizzati da altri artisti caravaggeschi coevi. 

 

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key