Radio3

Contenuti della pagina

La Santissima Annunziata, di Alessandro Scarlatti

slcontent



Composto a Roma tra il 1700 e il 1703 e basata sul libretto del Cardinale Pietro Ottoboni, l'oratorio di Scarlatti La Santissima Annunziata fu eseguito nel 1708 e nel 1717, con il patrocinio di Francesco Maria ruspoli Ottoboni, il quale sembra sia stato il primo ad aver scritto un libretto su questo argomento, che presenta cinque personaggi storici o allegorici: la Vergine Maria, l'Angelo, il Pensiero di Sospetto, il Pensiero di Verginità, e il Pensiero di Umiltà. Il libretto fa inoltre un esplicito riferimento al tema della Passione. Nella seconda parte, l'Angelo annuncia il fatale tradimento di Giuda; e dopo aver pianto ai piedi della Croce, la Vergine termina l'oratorio con un'aria di grande virtuosismo. La partitura manoscritta, realizzata da un copista non identificato, è conservata nella Bibliothèque Royale di Bruxelles. L'orchestra comprende solo gli strumenti ad arco, talvolta suddivisi in "concertino" e "concerto grosso". Nelle arie Scarlatti impiega sistematicamente la forma col "da capo", arricchita in alcuni casi con brevi ritornelli strumentali alla conclusione. Il percorso poetico e musicale dell'opera inizia con l'opposizione iniziale tra il tormento e la gioia dell'annuncio angelico, e finisce poi con la consapevolezza della Vergine del suo destino. La musica di Scarlatti realizza con grande sensibilità espressiva questa progressione.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key