Radio3

Contenuti della pagina

Lettere 1 - 7 dicembre

slcontent

Gentile Signora Caramore,  
una ennesima volta non posso contenere il mio entusiasmo per l'ultima trasmissione ascoltata.  E una ennesima volta trovo eco dei vostri messaggi nella poesia. Al Suo indirizzo postale devo ancora spedire un robusto estratto della poesia "Il ciocco" di Pascoli, dove si trova una meravigliosa presentazione di quella ansia di fronte alla morte che trova consolazione nell'idea che altri porteranno avanti la vita, anche quando noi saremo morti, che mi pare voi abbiate toccato in una vostra trasmissione.  
Oggi, mentre trascrivo parti della bellissima trasmissione di ieri, mi colpiscono queste parole di Enzo Bianchi: 
"...Pietro fa un primo passo in questo svelamento. E poi questo svelamento cresce; fino al momento in cui sarà pieno, sarà davvero una epifania della identità di Gesù, ma, significativamente, quando Gesù muore in croce. E' in quel momento che c'è la grande confessione di fede, c'è davvero l'alzare il velo sulla sua identità: quando il centurione dirà "Costui era veramente il figlio di Dio".E mi chiedo se Lei conosce quella bellissima poesia latina di Pascoli, in cui Pascoli immagina che un vecchio centurione in pensione, nella sua piccola campagna, avuta in compenso delle sue fatiche guerriere, è assalito dai fanciulli del villaggio, che vogliono sentire ancora una volta i suoi racconti di guerre,  e delle stragi dei nemici, che Roma compiva in tutto il mondo. Ma il centurione questa volta non ne ha voglia; perchè gli torna in mente uno strano episodio della sua vita, quando era stato messo a guardia di tre condannati a morte per crocefissione; e uno di questi invocava il perdono per i suoi carnefici. E racconta questo ai fanciulli: i quali, non capendo cosa sia questa strana storia, insistono per sentire storie di nemici di Roma, sterminati dai soldati romani; e chiedono al centurione: "Ma raccontaci: è mai esistito qualcuno che noi non abbiamo vinto ??" Le farò avere anche questa poesia del mio beneamato Pascoli; solo che ci vorrà qualche giorno, perché molte sono le cose che mi vengono in mente, e poche sono quelle che riesco a fare a breve termine. 
Un devoto saluto 
Luca Erizzo
________________________________________________________________________________________________

Cara  Gabriella Caramore,
le trasmissioni sue e della sua redazione continuano ad essere più che mai belle e interessanti: di questo ringrazio di cuore. E' l'unica trasmissione che sento alla radio e di cui risento le incisioni in podcast, spesso più di una volta. A questo proposito un grazie grande per quante trasmissioni in podcast mettete on line, trasmissioni anche del passato che alcuni di noi non hanno sentito o risentono volentieri come quelle su Tolstoj ...........................................................................................................................................................
Grazie ancora del grande servizio che fate alla società per elevarne almeno  un pochino il livello di umanizzazione!!! Cordiali saluti.
Walter Kostner
Val Gardena - Bolzano
________________________________________________________________________________________________

Gentile Gabriella,
sono una cattolica praticante di Napoli.  Seguo con interesse la sua rubrica "Uomini e Profeti" durante la quale lei sempre con garbo discute con i suoi ospiti  di tanti argomenti che riguardano la nostra religione affrontandoli  con un rispettoso spirito critico. Ed è per questo che mi rivolgo a lei.
Stamattina ho avuto un breve, educato scontro con il mio parroco per il seguente motivo: gli chiedevo perchè la raccolta delle offerte bisogna farla proprio all' offertorio turbando la concentrazione e la partecipazione ad un momento così intenso della liturgia. Proponevo che, per non confondere questi due momenti tanto diversi tra loro, la raccolta si facesse all'uscita o all'ingresso in chiesa o, meglio ancora secondo me,  che si lasciasse alla libertà del singolo fedele l'obolo del giorno.
Sono stata, sia pure bonariamente "derisa" per non capire che quella raccolta di soldi fa parte della liturgia della messa!!!!! Ma non fu Gesù a proteggere il tempio dai mercanti? Non voglio, per carità, usare il pensiero di Cristo erroneamente, ma dentro di me c'è una profonda amarezza per questa risposta che non mi convince per niente e su questo vorrei sentire il suo parere. Un altro sacerdote, poi, che ascoltava la discussione è intervenuto dicendo: noi preti abbiamo inserito questa azione nella liturgia della messa forse senza farci troppe domande, ma  comunque le offerte risalgono al concetto delle prime comunità cristiane che avevano il dovere di sostenere la chiesa. E  l'unico momento valido per attuare questa regola è il momento dell'offertorio. Questo intervento forse mi ha turbato ancora più della  risposta precedente. Tra l'altro pensavo ingenuamente che le offerte dei fedeli fossero devolute ai poveri della parrocchia!
Potrebbe lei aiutarmi a riflettere?
La ringrazio
Maria 
Ancora una volta la ringrazio per il suo libro: "la fatica della luce"
________________________________________________________________________________________________

Moltissimi auguri ad Arturo Paoli per il suo  compleanno e a voi un grazie per avermelo fatto conoscere. Ascoltarlo è stata per me un'esperienza importantissima. Se potete fateci ancora ascoltare la sua voce e la sua particolarissima intonazione. Molti saluti , Gabriella da Milano
________________________________________________________________________________________________

Felice idea, quella di aprire la puntata odierna (molto interessante) su Gesù con la bella canzone di Bruce Springsteen! Ciò mi ha ricordato un'altra canzone, di Neil Diamond, intitolata Little drummer boy, che fin dagli anni '70 mi ha commosso per la semplicità del testo e la melodia suggestiva. Ne riporto qui sotto il testo e allego il file sonoro come dono per voi. Condivido di cuore gli auguri ad Arturo Paoli, un gigante. Sempre grato per quanto fate. Saluti cordiali.
Franco Pisani
Meano di Trento

                                        Little drummer boy
 

Come, they told me,                                    Vieni, mi dissero,

our newborn King to see                a vedere il nostro Re neonato.

our finest gifts we bring                 Porteremo i doni più belli

to lay before the King                     per deporli davanti al Re.

So you honor Him                         Così gli renderai onore

when we come.                               quando giungeremo.

                
Little baby                                                Bambinello,
I am a poor boy too                                   anch' io sono un bimbo povero.
I have no gift to bring                                 Non ho doni da portare

that's fit to give a King                    che siano adeguati ad un Re.
Shall I play for you                                    Potrei suonare per te
on my drum?                                      il mio tamburello?


Mary nodded                                      Maria annuì,

the ox and lamb kept time                  il bue e l' agnello tenevano il ritmo.

I played my drum for Him                 Io suonai il mio tamburello per lui,

I played my best for Him                   suonai meglio che potevo.

Then He smiled at me                         Allora Lui mi sorrise,

me and my drum.                               (sorrise) a me e al mio tamburello.
________________________________________________________________________________________________

Vi ringrazio molto per la ricchezza della vostra trasmissione, che accompagna le fredde mattinate invernali come un appuntamento familiare, capace di rischiarare il pensiero e ridare ossigeno alla fede...
Ringrazio molto Gabriella Caramore anche per il bellissimo libro "Nessuno ha mai visto Dio" che quest'anno regalerò a Natale a molti amici, con l'augurio di trovare insieme tanti buoni esercizi di "terrestrità"...
Buona prosecuzione di lavoro...
Un abbraccio 
Luisa Paccani
Brescia
________________________________________________________________________________________________


Gentilissima redazione,
sto ascoltando con molto piacere e interesse le puntate
del sabato e della domenica, e utilizzo poi normalmente il vostro podcast per scaricare i dati sul mio PC. Li riporto poi su CD perchè così posso  ascoltarli
tranquillamente in altri orari della giornata. Questo perchè non sempre riesco ad ascoltare le puntate dal vivo, specialmente la domenica. Non sarebbe possibile fare una replica nel corso della giornata? Forse la mia è una richiesta impossibile, considerati tutti i programmi in corso su Radio 3. Mi piacciono anche i brani musicali che talvolta trasmettete. Non sarebbe possibile riascoltarne almeno qualcuno? O poterlo scaricare? Ho visto che voi riportate tutti i dati che consentono la ricerca dei CD. Però sarebbe bello
se alcuni si potessero riascoltare, magari anche parzialmente, come viene fatto  su altre trasmissioni musicali. Mi fa piacere che ogni tanto riproponete vecchie puntate della trasmissione sul podcast e questo è molto utile. L'analisi della Bibbia come voi l'avete impostata, e cioè con una pluralità di interventi e di interpretazioni, è veramente entusiasmante e impedisce di vedere le cose da una sola singola visuale, il che non è mai positivo e
costruttivo. Grazie ancora e buon lavoro.
Rosalia Naddeo

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key