Radio3

Contenuti della pagina

UPGRADE ARCHITECTURE

slcontent
upgradeUpgrade, quando la città cresce per micro-innesti Sono soprattutto gli architetti della nuova generazione a scommettere sul «riuso con aggiunta» per dare nuova vita a vecchi edifici. Evitare l’abbandono e il degrado di edifici e di pezzi di città le cui funzioni originarie sono decadute, e allo stesso tempo proporre un’alternativa alla demolizione e ricostruzione non sempre

 

sostenibile dal punto di vista economico. La risposta è «upgrade» ovvero innestare pezzi di nuova architettura su strutture esistenti, sovrapporre elementi o ampliare quello che già c’è, come si fa da anni in tutto il mondo.  Una linea d’intervento che può essere applicata nei centri storici e nella periferia, come ci hanno spiegato Carlo Prati  e Cecilia Anselmi autori del volume appena pubblicato da Edilstampa:  «In Italia non si è ancora fatta strada perché suscita perplessità, salvo rare occasioni non ci si è accorti che è un modo per ingaggiare la nuova architettura, per proporre un’alternativa ai landmark delle archistar e per avanzare soluzioni progettuali specifiche frutto di una ricerca sul sito, con i vincoli stringenti  dell’esistente. Può essere proprio questo un tema in cui si muovono le ricerche future dell’architettura contemporanea».

 

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key