Radio3

Contenuti della pagina

Cosa pensano gli americani, con Francesco Antinucci

slcontent

Dall'introduzione di Francesco Antinucci, direttore di ricerca all'Istituto di Scienze e Tecnologie della Cognizione del CNR, al suo libro Cosa pensano gli americani. E perchè sono così diversi da noi?, Laterza

«Tendiamo a considerare gli USA il paese leader di un gruppo molto unitario per valori, costumi, mentalità, ordinamenti, e così via. Un’Europa soltanto un po’ più grande, insomma, più ricca e qualche anno più avanti[...] Non è così. La somiglianza è tanto superficiale quanto ingannevole, perché l’America è un paese profondamente diverso da qualunque paese europeo – persino dalla Gran Bretagna. 

Questa differenza mi è apparsa via via, nel corso degli anni, sotto forma di una serie di “incongruenze”, di “stranezze” che violavano le aspettative, nei campi più disparati: talvolta si potevano “archiviare” sotto il cliché – molto diffuso in Europa – dell’ingenuità” americana (perché gli americani fossero “ingenui” rimaneva, comunque, un mistero). Come, per esempio, scrivere lettere al deputato eletto nella propria circoscrizione per esprimere la propria approvazione o disapprovazione su determinati provvedimenti legislativi in discussione, con la ferma convinzione che queste lettere abbiano un qualche effetto. O vedere un’amministrazione comunale della destra ultraconservatrice adottare il bilinguismo nelle comunicazioni ai cittadini, persino in quelle più ufficiali, come le schede per le votazioni referendarie. O, ancora, assistere a manifestazioni di patriottismo prive del benché minimo spirito di nazionalismo, come invece accadeva in Europa, dove patriottismo e nazionalismo andavano a braccetto ed erano da sempre appannaggio della destra. O sentire invocare il nome di Dio – un Dio peraltro non ben definito – in innumerevoli formule politiche, istituzionali, legali, ecc. nel paese che presenta il più alto numero di confessioni religiose al mondo e la più rigida separazione tra Stato e Chiesa che sia dato riscontrare».


Credits

Carlo D'Amicis,Michele De Mieri,Lea Gemmato, Clementina Palladini, Daniela Pirastu, Laura Zanacchi, Regia di: Benedetta Annibali A cura di: Susanna Tartaro
Conduce: Loredana Lipperini

Ricerca nell'archivio

Cerca 

Tutti i Libri dell'Anno

 
Ogni anno gli ascoltatori di Fahrenheit scelgono il loro Libro dell'Anno tra i 12 Libri del Mese. A Dicembre durante la Fiera della Piccola e Media Editoria di Roma un intero pomeriggio è dedicato all'elezione in diretta del nuovo Libro dell'Anno.  
Si può votare inviando una mail a: fahre@rai.it

Tutti i Libri dell'Anno 

Vota per il Libro del Mese






Scegli tra questi il tuo libro preferito e manda una mail a:  fahre@rai.it


Cristina Amodeo, Samantha Friedman, Il giardino di Matisse, Fatatrac

Guido Conti, Nilou e i giorni meravigliosi dell’Africa, Rizzoli


Gioacchino Criaco, Il saltozoppo, Feltrinelli


Diego de Silva, Terapia di coppia per amanti, Einaudi


Stefano Ferrio, Lo spareggio, Nutrimenti


Giuseppe Feyles, La classe scomparsa, Manni


Ilaria Gaspari, Etica dell’Aquario, Voland 


Lorenza Ghinelli, Almeno il cane è un tipo a posto, Rizzoli


Siegmund Ginzberg, Spie e zie, Bompiani


Carlo Lucarelli, Il tempo delle iene, Einaudi


Dacia Maraini, La bambina e il sognatore, Rizzoli


Michela Murgia, Chirù, Einaudi


Antonio Pennacchi, Canale Mussolini. Parte seconda, Mondadori


Gilda Policastro, Cella, Marsilio 

Luca Tortolini, Claudia Palmarucci, Le case degli altri bambini, OrecchioAcerbo


Filippo Tuena, Memoriali sul caso Schumann, Il Saggiatore

 

Tutti i libri del mese

Radio3 Twitter

Il podcast delle poesie di Fahrenheit


Finalmente puoi collezionare le voci dei nostri poeti! Il podcast della poesia del giorno di Fahrenheit.

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key