Radio3

Contenuti della pagina

Sulla musica. Raccolta di scritti di Karlheinz Stockhausen

slcontent

Se consideriamo le grandi personalità del Novecento, Stockhausen si distingue come una delle forze più creative nella musica contemporanea. Figura controversa e a tratti contraddittoria Stockhausen in queste pagine mostra di essere semplicemente inafferrabile nella vastità delle sue riflessioni e allo stesso tempo di una lampante chiarezza nella sua visione della musica e del mondo. Stockhausen ha investigato a fondo tutti gli aspetti del suono nelle sue composizioni e nella sua ricerca teorica; era attratto dall'idea di un controllo totale del processo compositivo grazie, anche, al contributo dell'elettronica. In queste conferenze e interviste si delinea anche il suo tentativo, come teorico e insegnante, di considerare la musica all'interno del quadro più ampio della cultura dell'uomo.

Nel 1971 Stockhausen arrivò in Inghilterra per una serie di concerti pubblici e di conferenze. Era di umore allegro e comunicativo. Le sue conferenze furono un notevole successo poiché trattavano di fronte a un pubblico sostanzialmente di non specialisti argomenti della musica contemporanea che erano estremamente complessi e fino ad allora ritenuti esoterici, con un linguaggio da profani. Chi è interessato alla personalità di un grande compositore, troverà in questi testi un autoritratto che sarebbe difficile ottenere in altro modo. I musicisti, siano essi compositori, studenti e insegnanti che si occupano della nuova musica, vi troveranno invece un significato più profondo. (Robin Maconie)

Stockhausen è stato di volta in volta additato come kitsch, elitario, intellettuale, naive, inascoltabile, troppo semplice, antiarmonico, neotonale, nazista, esterofilo, pazzo, antiespressivo. Insomma di lui e della sua musica è stato detto di tutto, ma questo è il prezzo da pagare per chi decide di smettere i panni civili per diventare non semplicemente una figura pubblica, ma un simbolo, un bersaglio in piena luce, specie se, come in questo caso, si tratta di una personalità complessa e non facilmente riducibile a un solo semplice stereotipo di massa e che è quindi perfettamente adattabile alle necessità di chiunque voglia costruire una propria identità. (Massimiliano Viel)

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key