Radio3

Contenuti della pagina

01/04/2013 [leggi tutto]

slcontent

SPACEHEADS, Atomic Clock, da “Sun Radar EP” – Electric Brass Records EB001

DEE ALEXANDER’S EVOLUTION ENSEMBLE, Truth, da “Sketches of Light” – Egea EUJ 1006

DAWN MCCARTHY & BONNIE ‘PRINCE’ BILLY, Omaha, da “What the Brothers Sang” - Domino WIGCD300

BETACICADAE, Jjjjj, da “Mouna” – Elegua Records ELE017

DEBORA PETRINA, Princess, da “Petrina” – Alabianca Group

DEBORA PETRINA, Denti, da “Petrina” – Alabianca Group

MUSICA NUDA (PETRA MAGONI& FERRUCCIO SPINETTI), Libera, da “Banda Larga” – EMI 50999 903881 2 5

MUSICA NUDA (PETRA MAGONI& FERRUCCIO SPINETTI), Carica erotica, da “Banda Larga” – EMI 50999 903881 2 5

YANNIS KYRIAKIDES, Varosha (Disco Debris), da “Resorts & Ruins” - Unsounds 33U

ERDEM HELVACIOĞLU/ULRICH MERTIN, Point of No Return, da “Planet X” - Innova 798

FORTNER ANDERSON/NICOLAS BERNIER, Belly Into Fire, da “Annunciations” - Les blocs errants LBE ANNCD

MARC BEHRENS, Queendom, da “Queendom Maybe Rise” - Crónica 076

ERDEM HELVACIOĞLU/ULRICH MERTIN, Anima Aeterna, da “Planet X” - Innova 798

YANNIS KYRIAKIDES, Covertures III, da “Resorts & Ruins” - Unsounds 33U

Credits

un programma di Pino Saulo
con Ghighi Di Paola, Giovanna Scandale e Antonia Tessitore

DOMENICA 1 FEBBRAIO 2015
BATTITI DAL VIVO: JOËLLE LÉANDRE /LOTTE ANKER /RAYMOND STRID


La notte si apre con il concerto di tre grandi improvvisatori: Joëlle Léandre, Lotte Anker e Raymond Strid, contrabbasso, sassofoni e batteria. Si sono esibiti al Tampere Jazz Festival, il 13 novembre del 2013, costruendo una performance a tratti lirica e molto intensa.

La contrabbassista Joëlle Léandre, che in questo concerto sentiamo anche cantare, si confronta con i sassofoni di Lotte Anker - musicista danese dalle molte esperienze sia in casa che in contesti internazionali - e si fa avvolgere dal ritmo sicuro del batterista Raymond Strid, attivo dagli anni '70 con personaggi come Mats Gustaffson e Barry Guy. Tra i musicisti sembra esserci un'ottima intesa e il risultato è un suono seducente e morbido.

La puntata si conclude con il soffio candido del trombettista Tom Harrel, con un'opera dedicata al Don Chisciotte, che lascia il passo al suono giovane di Paolo Sapia, sassofonista italiano di base a New York, e di Eric Alexander chicagoano dal piglio più funk. 

SABATO 31 GENNAIO 2015
HAPPY BIRTHDAY ROBERT WYATT!!!


Pochi giorni fa, il 28 gennaio, Robert Wyatt ha compiuto 70 anni e noi abbiamo pensato che il modo migliore per festeggiarlo sia quello di offrire un piccolo florilegio di alcuni dei brani che ha scritto e interpretato in una lunga e straordinaria carriera.

Lo abbiamo sempre ammesso, siamo fans incalliti di Wyatt: la sua voce, morbidamente screziata, capace di mescolare gioia e malinconia, è una delle più belle che abbiamo mai ascoltato. Wyatt continua a colpirci con la forza delle sue invenzioni musicali e l'originalità delle scelte di repertorio.

Questa notte ci muoveremo in senso quasi cronologico, tralasciando di proposito tutte le sue collaborazioni e offrendo solo un parziale ritratto della sua carriera…



Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key