Radio3

Contenuti della pagina

Storie

slcontent

Adriana Zarri, David Maria Turoldo: quel che resta nei luoghi
Con Bruna Pietranera, Don Nicola Borgo




Non soltanto le parole, la scrittura, il ricordo e il vigilare di chi resta mantengono viva la memoria di persone straordinarie, scomparse dopo aver segnato il nostro tempo. Anche la nudità dei luoghi che abitarono custodisce e tramanda la profondità di un messaggio. Cosa racconta la cascina nei pressi di Ivrea dove si ritirò a vita eremitica la prima teologa italiana Adriana Zarri? Bruna Pietranera, sua intima amica, ci darà un ritratto privato e personale di una casa e di una vita. Don Nicola Borgo, nel Parco della Memoria David Maria Turoldo, che sta completando a Coderno, sul retro della povera casa di famiglia dell’amico di una vita, incide sulle pietre di fiume della campagna contadina del Friuli,  versi e frasi del grande religioso e poeta. Ai nostri due ospiti chiederemo cosa è rimasto della forza che questi luoghi hanno preso da chi li ha sistemati, abitati e infine lasciati?







Suggerimenti di lettura
Adriana Zarri, Teologia del quotidiano, Einaudi 2012
Adriana  Zarri, Quasi una preghiera, Einaudi 2013
Adriana  Zarri, Con quella luna negli occhi, Einaudi 2014
David Maria Turoldo, Canti ultimi, Garzanti 1992
David Maria Turoldo, Il dramma è Dio, il divino, la fede, la poesia, BUR 2002

David Maria Turoldo, Amare, San Paolo Edizioni 2011



Musica
Canto pastorale di una bracciante tratto dal DVD "Gli ultimi" -  film di David Maria Turoldo con la regia di Vito Pandolfi




Link
http://ilridotto.blogspot.it/




Parole
Se ora volessi chiudere con un congedo edificante vi potrei dire: ricordatevi che, in una cascina, in mezzo alla campagna, c’è una eremita che prega. Ma mi parrebbe estremamente pletorico. Sento il bisogno di semplificare, di ridurre all’essenza: spoglio, nudo, un osso. Lasciamo cadere l’eremitismo, il monachesimo, la cascina, la campagna, persino la preghiera. Preferisco dire che vivo. Mi sembra più semplice e più ricco perché la vita comprende la preghiera e forse la preghiera comprende la vita ed è la vita. E non è necessario ricordarmi; ma se mai i termini sono questi. In una casa, c’è una persona che vive.
                                                                                                Adriana Zarri


Fiume del mio Friuli, povero fiume, vasto di ghiaia ove appena qualche incavo di acque accoglieva nell’estate, i nostri bianchi corpi di fanciulli simile a un selvaggio battistero.

                                                                                        David Maria Turoldo

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key