Radio3

Contenuti della pagina

Questioni

slcontent

Ucraina: il futuro alle spalle
con Giovanna Brogi, Emiliano Ranocchi

 

Ancora Ucraina, dove la situazione muta drammaticamente di ora in ora, e dove, al momento, non è dato capire quale potrà esser l’esito di questo “incendio” ai confini d’Europa.  Ma per comprendere almeno qualcosa della situazione presente forse è necessario conoscere un po’ di storia di questo paese, al quale si deve – avvolta nella leggenda – la “cristianizzazione” della Russia, risalente all’anno 988; una storia di annessioni e separazioni, fra Polonia, impero asburgico, impero sovietico e Russia; e che soprattutto la Russia ha sempre voluto considerare come sua proprietà, non solo per la ricchezza agricola della regione, ma anche per la ricchezza culturale e di impronta europea che l’ha sempre caratterizzata. La vocazione “europeista” dell’Ucraina occidentale non nasce in questi anni, ma ha una radice antica. Che si è espressa in una ricca letteratura, in una pluralità di espressioni religiose, in una ricchezza di etnie e culture diverse, e che neppure le grandi tragedie del Novecento sono riuscite a distruggere del tutto. Con Giovanna Brogi e Emiliano Ranocchi cerchiamo di conoscere almeno un poco la ricchezza e la potenzialità di questo popolo, trepidando per il suo futuro.





Suggerimenti di lettura
Oxana Pachlovska, Civiltà letteraria ucraina, Carocci 1998
Adam Zagajewski, Tradimento, Adelphi 2007


Musica
Boris Mykolayovich Lyatoshynsky (1895-1968) compositore ucraino - Concerto per pianoforte op. 54


Link
http://www.aisu.it/
http://ahamot.org/revolution-and-religion-12-best-images-from-euromaidan/
Con Sant'Egidio una preghiera per l'Ucraina :
http://www.santegidio.org/


Parole
Amavo quei paraggi perchè non ne conoscevo altri. M'incuriosiva quanto vi accadeva perchè non avevo sperimentato altro. Ero nato che la guerra era finita da un mese. Non sapevo nulla.
                                                                                         
Adam Zagajewski, Tradimento




Tutto quello che deve succedere, è già successo. L'orizzonte diventerà rosso sangue, si splancheranno le altezze algide. Gli aerei cadranno a vita come foglie, e le torri vacilleranno e crolleranno. Da qualche parte dell'Oriente, dai dintorni della città, sorgerà il sole bianco del Giudizio Universale. Soffierà con alito freddo di tempesta e spazzerà via i detriti delle rovine. E né la Madre di Dio, né San Giorgio s'alzeranno a difesa della vita umana. 
                                 
Yevhen Malaniuk, Tutto quello che deve succedere è già successo  



Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key