Radio3

Contenuti della pagina

Lezione di musica: modernità di Gesualdo da Venosa

slcontent

Lezione di musica dedicata a Carlo Gesualdo di Venosa (1566-1613), figura di primissimo piano nel panorama musicale del Cinquecento italiano, uno dei massimi compositori di polifonia vocale del tardo Cinquecento italiano celebre non solo per le sue grandi qualità di compositore e innovatore musicale, ma anche per l’omicidio premeditato della moglie e del suo amante.
Musicista estroso e personalissimo, agli antipodi dello stile di Luca Marenzio e di Claudio Monteverdi, fu fecondo compositore di madrigali (sei libri a cinque voci) e di musica sacra (due libri di sacrae cantiones e uno di responsori). Furono suoi maestri Pomponio Nenna, Stefano Felis, Scipione Stella ed altri eccellenti musicisti dell'epoca.
Incline a una scrittura contrappuntistica rivoluzionaria, fortemente pervasa di cromatismo e di arditezze armoniche estreme, esercitò non poca influenza sui compositori del suo tempo e, a partire dal secolo scorso, ispirò la realizzazione di opere cinematografiche e di drammi musicali a lui dedicati nonché attrasse l’attenzione di molti compositori che ne studiarono l’opera, fra i quali Igor Stravinskij, che nel 1960 realizzò un Monumento pro Gesualdo di Venosa elaborando tre madrigali del «Principe dei musici» per strumenti a fiato e archi.

Nella lezione speciale di questa sera, Francesco Antonioni ha dapprima tratteggiato un ritratto del compositore con Claudio Cavina, che ha inciso quasi l'opera omnia di Gesualdo, per poi passare ad analizzare la modernità di questa figura di musicista con artisti italiani di oggi che a lui si sono ispirati: Salvatore Sciarrino ("Terribile e spaventosa storia del principe di Venosa e della bella Maria" e “Le voci sottovetro”), Luca Francesconi ("Gesualdo considered as a mother”), Lucia Ronchetti (“Blumenstudien”) e Gian Vincenzo Cresta (“Amore contraffato”, sui Responsori del sabato santo)

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key