Radio3

Contenuti della pagina

TRAME, Le forme del rame tra arte contemporanea, design, tecnologia e architettura

slcontent

Il rame, declinato nelle sue molteplici forme e applicazioni, è al centro del progetto espositivo “Trame. Le forme del rame tra arte contemporanea, design, tecnologia e architettura”,  alla Triennale di Milano fino al 9 novembre 2014.
 
La mostra individua un percorso attraverso opere d’arte, oggetti di design e d’architettura, applicazioni tecnico-scientifiche, documentazione fotografica e video in cui il rame è il filo conduttore che accomuna autori, provenienti da esperienze diverse, che hanno sfruttato in modo fortemente innovativo le qualità formali, strutturali e plastiche di questo materiale.
 
In particolar modo, il rame ha riscosso un interesse crescente nell'ambito del design. Personalità come Gae Aulenti, Ron Arad, Luigi Caccia Dominioni, Tom Dixon e molti altri si sono cimentate nella progettazione di oggetti d'uso comune attratti dalle caratteristiche specifiche ed estetiche di questo metallo.

In mostra sarà presente una selezione di oltre cento oggetti - in prestito da musei e gallerie europee - a cui saranno affiancati alcuni capi disegnati da Romeo Gigli e Prada che hanno sperimentato in modo avanguardistico le proprietà del rame.




Gli altri temi dell'esposizione sono l'architettura, con progetti, tra i tanti, di Renzo Piano e Steven Holl Architects, e la tecnologia. Il rame, infatti, essendo presente puro o sottoforma di leghe in microprocessori e altri componenti elettronici, è un materiale fondamentale per l'informatica e le telecomunicazioni. In medicina il rame e i suoi composti venivano impiegati già da Egizi e Greci per l'igiene personale e lo sono tutt'ora grazie alla moderna ricerca sulle proprietà antimicrobiche.

Nel settore dell'energia, inoltre, il rame è il principale e più efficiente conduttore di elettricità e calore. Non mancano applicazioni del rame anche nei trasporti, nel settore agroalimentare, in ambito domestico e in molti altri campi.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key