Radio3

Contenuti della pagina

Questioni

slcontent

Dao De Jing. Un piccolo paese con pochi abitanti
con Augusto Shantena Sabbadini



 

Lao Tzu è una delle figure più rilevanti del panorama filosofico cinese. Difficilmente collocabile, visse probabilmente, ma la sua vita si perde nella leggenda, nel IV secolo a. e. v. , nel periodo cosiddetto delle “cento scuole di pensiero”, dove tradizionalisti e innovatori disputavano sulla possibilità di dire l’indicibile, di conoscere vero e falso, giusto e ingiusto. Il Tao (il libro della via e della virtù) mette in crisi ogni norma e ogni dottrina: meglio astenersi dall’interferire nel corso naturale delle cose, meglio adottare un’arte fluida e minimale dello stare al mondo. Ma può essere questo sufficiente ad affrontare la vita? Ne parliamo anche oggi con Augusto Shantena Sabbadini, consulente per il Centro Eranos, un centro di studi mettono a confronto Oriente e Occidente.



Sugerimenti di lettura

Matteo Nicolini-Zani, Monaci cristiani in terra cinese , ed. Qiqajon 2014
Maurizio Paolillo, Il daoismo Storia, dottrina, pratiche,  Carocci ed. 2014


Link 
http://www.shantena.com/it/



Parole
Un piccolo paese, con pochi abitanti.
Puoi far sì che, pur avendo
decine e centinaia di strumenti non li usino.
Puoi far sì che la gente
prenda sul serio la morte e non vada lontano.
Benchè abbiano barche e carri,
non hanno alcun posto in cui andare.
Benchè abbiano corazze e armi,
non hanno alcuna ragione per servirsene.
Puoi far sì che la gente
ritorni a usare le cordicelle annodate.
Squisito il loro cibo,
belli i loro abiti,
paceifiche le loro case,
piacevoli le loro usanze.
I paesi vicini si vedono in lontananza
e odono il canto dei loro galli e l'abbaiare dei loro cani.
Tuttavia la gente invecchia e muore
senza aver intrapreso il viaggio per farsi visita.
                                              
Dal Tao Te Ching

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key