Radio3

Contenuti della pagina

Follia e disciplina. Lo spettacolo dell'isteria

slcontent

L’isteria è scomparsa dai prontuari medici e dalle corsie degli ospedali, dove era in voga tra la fine dell’Ottocento e l’inizio del nuovo secolo. Viceversa, i palcoscenici del teatro e della danza, già a partire dai primi del Novecento, accolgono sempre più spesso una gestualità dirompente, patologica, virulenta. In questo saggio, l’autore analizza il fenomeno incrociando la storia dello spettacolo con le scienze sociali e la storia del costume. Dalle avanguardie teatrali al Tanztheater fino alle più recenti espressioni della danza e del teatro contemporaneo, la performance isterica riemerge costantemente nel lavoro di molti registi e coreografi, che hanno cercato di disciplinare la follia sulla scena: da Pina Bausch a Sasha Waltz, da Romeo Castellucci a Pippo Delbono ed Emma Dante, fino a Jan Fabre e Alain Platel, ai quali è dedicata un’ampia appendice.

Roberto Giambrone è giornalista e critico di teatro e danza. Collabora con “Danza & Danza” e con la redazione palermitana de “La Repubblica”. È membro del Collegio dei Docenti del Dottorato in Studi Culturali Europei dell’Università di Palermo. Autore della monografia Pina Bausch - Le coreografie del viaggio (2008), ha pubblicato diversi saggi su teatro e danza. Dirige l’Ufficio Stampa del Teatro Biondo Stabile di Palermo.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key