Radio3

Contenuti della pagina

Leggere la Bibbia

slcontent

Primo Libro dei Re cap. 5-11
Il tempio costruito per il Signore
con Sabino Chialà
Domenica 15 maggio 2011

Proseguendo in questa lettura del Primo Libro dei Re, continueremo a trovare dei veri tesori di sapienza della vita umana, perché proprio nel momento in cui si mostra l’opulenza, la saggezza, la magnificenza di Salomone, si intuisce anche come ogni grandezza umana posi su basi fragilissime. Ma troveremo anche arditezze teologiche, come quella di un Dio che abita in una nube, e dunque nell’oscurità; un Dio che sceglie una dimora per il suo nome; e troveremo, ancora, la domanda  se è possibile che Dio abiti o no tra gli esseri umani. L’altra volta avevamo lasciato Salomone che, dopo aver sgominato i suoi oppositori e dopo aver chiesto docilmente al Signore di avere soltanto “un cuore che ascolta”, si ritrova potente, ricco, saggio; il suo regno è unito, la sua fama cresce di giorno in giorno. Ma a un certo punto inizia anche inizia la parabola discendente. A descriverci la parabola di re Salomone abbiamo invitato Sabino Chialà, monaco e studioso di ebraico e siriaco della comunità di Bose.
A che punto ci troviamo della riflessione teologica dell’antico Israele? Gerusalemme viene sancita come luogo di elezione: che cosa resta oggi di questa “elezione” che si è fatta però segno di contraddizione? Qual è il senso del peccato e della responsabilità individuale? Come possiamo guardare oggi a quella sorta di “determinismo” tra colpa e punizione divina che qua e là sembra serpeggiare nel testo biblico?

Ascolto Musicale
Liberavit Choeur des moines  de l'abbaye St.-Pierre de Solesmes etichetta  ARES

 

Suggerimenti di lettura
Walter Brueggemann, Il primo Libro dei re, una guida alla lettura, Claudiana 1993

 

 

 

 

Parole 
I giovani non hanno bisogno di tranquillanti religiosi,
della religione come diversivo,
della religione come intrattenimento,
ma di audacia spirituale,
di succo intellettuale,
di potenzialità  di sfida.

 


                                                                        

L'universo sarebbe un inferno se Dio non se ne prendesse cura. Non c'è eco nel mondo dell'agonia e del pianto dell'umanità. Dio soltanto è lì che ascolta.
                                                                                                 Abraham Joshua Heschel


 

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key