Radio3

Contenuti della pagina

Questioni

slcontent

Bibbia e altri racconti
con Cristina Simonelli e Piero Stefani



                                                      
                             Marc Chagall 





Torniamo a prendere in mano la Bibbia, nella puntata di oggi, ma per metterla a confronto con una forma particolare di “esegesi”: quella fatta, talvolta inconsapevolmente talaltra intenzionalmente, dalle varie forme di letteratura che, nei secoli, si sono ispirate al testo biblico, o per commentarlo, o per dissacrarlo, o in ogni caso per un confronto con quelle parole e storie che hanno nutrito generazioni di uomini e donne. Tutta la letteratura classica è ricchissima di scritture ispirate alla Bibbia. Ma nella modernità? Si è allentato quel legame?O ha preso una forma diversa? Può esistere una “cattiva” esegesi, in tal senso, o quella letteraria è una libertà indiscussa? E come evolve il legame con la tradizione nella letteratura ebraica contemporanea? E in quella cristiana? Ne parliamo con Piero Stefani, biblista che ama il confronto con linguaggi diversi, e con Cristina Simonelli, del Coordinamento delle teologhe italiane.



Suggerrimenti di  lettura
Karin Schöpflin, La Bibbia nella letteratura mondiale, Queriniana 2013
Sabrina Bonati e Silvia Fontana, Bibbia e letteratura, Claudiana 2014
Piero Stefani ( a cura di) , Qohelet, Garzanti 2014
Mary McCarthy, Ricordi di un'educazione cattolica,  Minimum Fax 2013
Josè Saramago, Il Vangelo secondo Gesù Cristo, Feltrinelli 2010
Shemuel Yosef Agnon, Appena ieri, Einaudi 2010
Eliana Bouchard, La mia unica amica, Bollati Boringhieri 2013
Maria Girardet Soggin, Una bambina vestita di Bianco, Claudiana 2013
Grace McCleen, Il posto dei miracoli, Einaudi 2013
Charles Lewinsky, Un regalo del Führer, Einaudi 2014



Musica
Vinicio Capossela, La Bianchezza della Balena, dall'album "Marinai, Profeti e Balene"
Johannes Brahms, Quattro canti seri


Link
http://www.radio.rai.it/radio3/uomini_profeti/view.cfm?Q_EV_ID=201208
http://www.teologhe.org/



Parole
Mia nonna. Aggressiva praticante, era completamente priva di sentimenti di misericordia. La sua pietà era un atto di guerra contro i parenti protestanti. […] La grazia che invocava era lo sterminio del protestantesimo. La sua mente era ossessionata dalla conversione: la conquista di un’anima a Dio era il diversivo preferito della sua fantasia: un protestante di meno al mondo! 
                                                                      Mary McCarthy


Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key