Radio3

Contenuti della pagina

TUTTO ESAURITO! Quartetto, di Heiner Muller

slcontent

TUTTO ESAURITO! IV edizione

Mercoledì 12 novembre 2014, ore 22.30

 QUARTETT
di Heiner Muller
traduzione di Saverio Vertone
con  Annamaria Guarnieri, Carlo Cecchi
regia Giuseppe Marini

 (prima messa in onda  il 13 maggio 2005 nell’ambito del ciclo del Consiglio teatrale sul  900 tedesco)




Appunti per Quartett

Il teatro di Muller è un teatro di voci. Quartett amplifica la deflagrazione dell’identità individuale. E’ la giostra delle identità confuse. Un conturbante gioco di specchi per morire al plurale. E’ il teatro delle identità polifoniche dove i personaggi diventano voci, funzioni. Dialogismo, polifonia, pluralità dei punti di vista. Tutto concorre a liberare i personaggi dalla tutela drammaturgica dell’opera, consentendo una musicalizzazione dell’ascolto fatta di variazioni, inversioni strutturali. E’ il gioco algebrico della rappresentazione (Recitare? Che altro si può fare?).

Il testo si presenta come resto, escremento, variazione cancerosa delle Relazioni pericolose di Laclos. Angeli di morte sulle barricate di macerie del testo si ergono gonfi, tumefatti e putrescenti, la Morteuil e il Valmont di Muller in un duello cannibalico, in una cerimonia post-genettiana, ambientata in qualche salotto prima della Rivoluzione Francese o in un bunker dopo la Terza Guerra mondiale.

Carlo Cecchi e Annamaria Guarnieri sono le punte di diamante di due scuole di teatro che qui ho voluto far duettare in un dialogo post-moderno. Un’ affascinante contiguità dei contrari. Cecchi mi ha restituito la semplice (ma grande) deiezione del testo come materiale da buttare, con gesti svalutanti, automatici, indolentemente ludici. Un randagismo dentro la lettura. Annamaria Guarnieri con il suo ostinato perfezionismo nel voler e saper  recitare ogni atomo di atomo di parola mi restituiva una struggente nostalgia per la forma. Il figurativo e l’astratto andavano a braccetto. Le due anime di Muller (come le due Germanie tra cui si è sempre diviso) coesistevano in un’affascinante conciliazione degli opposti. Non ho voluto usare il mezzo radiofonico come mimesis del teatro (rumori della vita, entrate, uscite, passi, porte che si aprono e chiudono), come surrogato di palcoscenico. Sentivo che un lavoro di latenza avrebbe esaltato altre evidenze. Volevo una semplice (e complicata) suite per due grandi voci, supportata da una discreta e garbata impaginazione musicale. Carlo e Annamaria hanno fatto il resto.  ( Giuseppe Marini )

 

Credits

curatori e conduttori: Laura Palmieri e Antonio Audino

Shakespeare 450 | Tutte le opere dal nostro archivio

TUTTO ESAURITO! Trenta giorni di teatro a Radio3

I video del Teatro di Radio3

Vai ai Video

I video di Tutto Esaurito!

Vai ai Video

Eduardo Pari e Dispari

Vai alla pagina

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key