Radio3

Contenuti della pagina

Questioni

slcontent

Giordano Bruno: una statua e un paese
con Massimo Bucciantini











La statua di Giordano Bruno, inaugurata 125 anni fa a Campo dei Fiori, in Roma, aprì la stagione i un conflitto (che per la verità era cominciato già da quando si parlò di porre quella statua in una piazza di Roma non lontana dal Vaticano), tra chi vedeva nel filosofo condannato al rogo il 17 febbraio del 1600 il simbolo della libertà di pensiero e colui che inaugurava la moderna ricerca del pensiero e della scienza, e chi vi vedeva invece l’eretico e blasfemo che avrebbe portato i giovani italiani alla rovina. Da un lato un’Italia fieramente laica e anticlericale, dall’altro un’Italia oscurantista e succube di un potere religioso tenacemente avverso alla modernità. Se interroghiamo oggi quella statua, con Massimo Bucciantini che le ha dedicato una appassionante “biografia”, forse può dirci ancora qualcosa e sull’Italia di oggi e sulle minacce alla dignità umana di cui è disseminata la strada di ogni fondamentalismo religioso che non accetta di confrontarsi con il tempo in cui viviamo.




Suggerimenti di lettura

Massimo  
Bucciantini, Campo dei Fiori, Einaudi 2015 
Giordano Bruno , Dialoghi Italiani  - vol. I: Dialoghi metafisici a cura di G. Gentile Pgreco ed. 2014
Giordano Bruno, Dialoghi Italiani - vol II: Dialoghi  morali a cura di G.Gentile
Pgreco ed. 2014
Giordano Bruno, Parole, concetti, immagini, a cura di Emanuele Ciliberto, Edizioni della Normale 2014






Parole
Conoscevano quei savi dio essere nelle cose, e la divinità, latente nella natura, oprandosi e scintillando diversamente in diversi soggetti, e per diverse forme fisiche, con certi ordini, venir a far partecipi di sé l’essere della vita e dell’ intelletto ... Vedi dunque come una semplice divinità, che si trova in tutte le cose, una feconda natura, madre conservatrice dell’universo, riluce in diversi oggetti e prende diversi nomi

                                                                       Giordano Bruno

L’anima e le mani: ecco i doni della divinità all’uomo, perché possa formare altre nature, altri corsi, altri ordini

                                                                          Giordano Bruno

 

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key