Radio3

Contenuti della pagina

Intervista a Daniele Gatti

slcontent

Era il 29 maggio di cento anni fa quando per la prima volta al Théâtre des Champs Elysées a Parigi, con la coreografia di Nijinskij per i Ballets russes, risuonava il capolavoro di Igor Stravinskij  “Le Sacre du printemps” (malamente tradotto in genere in “La sagra della primavera”perché il significato del termine francese è "rituale": una traduzione basata solo sul significato sarebbe dunque "Il rituale della primavera"). Oreste Bossini ha intervistato Daniele Gatti che con la sua Orchestre National de France ha inciso il Sacre,  che nell’intervista definisce “una partitura talmente moderna che sembra scritta un mese fa”. Il  Sacre ha ispirato fantasie e scatenato immaginazioni, imponendo prepotentemente il potere evocativo della musica e costituendo uno spartiacque nella produzione di Stravinskij: dopo la rivoluzione del  Sacre l’orchestra scoppierà e rimarranno solo frammenti in un percorso che da Pulcinella e Apollon musagéte porta alla Carriera di un libertino.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key