Radio3

Contenuti della pagina

Ermanno Cavazzoni commenta e racconta Eugenio Oneghin di Puškin

slcontent

Paolo Nori ha curato quest'inverno per il Circolo dei lettori di Torino cinque incontri in cui  cinque appassionati di letteratura leggono, commentano e raccontano alcuni dei classici della letteratura russa e i loro autori: Čechov, Dostoevskij, Gogol’, Puškin e Tolstoj. Da oggi fino a venerdì 16 Fahrenheit trasmette le loro parole, e oggi cominciamo con lo scrittore Ermanno Cavazzoni - da noi ha presentato fra gli altri l'eclettico e sognante Il limbo delle fantasticazioni, e qui potete riascoltare l'intervista -  e Eugenio Oneghin di Puškin. 





 

Romanzo in versi scritto tra il 1823 e il 1830, che racconta di un giovin signore annoiato e scettico che sull'agio di un'eredità si muove in campagna, dove incontra idealisti, poeti, giovani donne da corteggiare per alleviare il tedio e molti duelli. Più che di trama è romanzo o meglio poema di parola, a volte ironico per poi essere elegiaco e lirico subito dopo, denso quindi di spirito russo, come disse Dostoevskij. 

È difficile parlare di Puškin a qualcuno che di lui non sa niente. Puškin è un grande poeta. Napoleone è meno grande, di Puškin. E Bismark, in confronto con Puškin, non vale niente. E Alessandro primo e secondo, e terzo, in confronto con Puškin sono delle vesciche. Tutti, in confronto con Puškin, sono delle vesciche, solo in confronto con Gogol’, lo stesso Puškin è una vescica. E allora, anziché scriver di Puškin, è meglio se scrivo di Gogol’. Anche se Gogol’ è tanto grande, che di lui non si può scrivere niente, pertanto scrivo di Puškin. Ma dopo Gogol’, scrivere di Puškin vien quasi vergogna. E di Gogol’ scrivere non si può. Allora è meglio se non scrivo niente di nessuno. Danili Charms

Credits

Carlo D'Amicis,Michele De Mieri,Lea Gemmato, Clementina Palladini, Daniela Pirastu, Laura Zanacchi, Regia di: Benedetta Annibali A cura di: Susanna Tartaro
Conduce: Loredana Lipperini

Ricerca nell'archivio

Cerca 

Tutti i Libri dell'Anno

 
Ogni anno gli ascoltatori di Fahrenheit scelgono il loro Libro dell'Anno tra i 12 Libri del Mese. A Dicembre durante la Fiera della Piccola e Media Editoria di Roma un intero pomeriggio è dedicato all'elezione in diretta del nuovo Libro dell'Anno.  
Si può votare inviando una mail a: fahre@rai.it

Tutti i Libri dell'Anno 

Vota per il Libro del Mese






Scegli tra questi il tuo libro preferito e manda una mail a:  fahre@rai.it


Cristina Amodeo, Samantha Friedman, Il giardino di Matisse, Fatatrac

Guido Conti, Nilou e i giorni meravigliosi dell’Africa, Rizzoli


Gioacchino Criaco, Il saltozoppo, Feltrinelli


Diego de Silva, Terapia di coppia per amanti, Einaudi


Stefano Ferrio, Lo spareggio, Nutrimenti


Giuseppe Feyles, La classe scomparsa, Manni


Ilaria Gaspari, Etica dell’Aquario, Voland 


Lorenza Ghinelli, Almeno il cane è un tipo a posto, Rizzoli


Siegmund Ginzberg, Spie e zie, Bompiani


Carlo Lucarelli, Il tempo delle iene, Einaudi


Dacia Maraini, La bambina e il sognatore, Rizzoli


Michela Murgia, Chirù, Einaudi


Antonio Pennacchi, Canale Mussolini. Parte seconda, Mondadori


Gilda Policastro, Cella, Marsilio 

Luca Tortolini, Claudia Palmarucci, Le case degli altri bambini, OrecchioAcerbo


Filippo Tuena, Memoriali sul caso Schumann, Il Saggiatore

 

Tutti i libri del mese

Radio3 Twitter

Il podcast delle poesie di Fahrenheit


Finalmente puoi collezionare le voci dei nostri poeti! Il podcast della poesia del giorno di Fahrenheit.

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key