Radio3

Contenuti della pagina

Il carcere dell'Inquisizione a Palazzo Steri di Palermo

slcontent

Il Palazzo  Steri è il primo esempio del nuovo stile architettonico che si affacciava in Sicilia all’inizio del 300, lo stile, detto appunto chiaramontiano, che risente fortemente delle esperienze islamica e normanna, e che si caratterizzava per la facciata elegante e raffinata.

Il Palazzo ha una storia segnata da avvenimenti cruenti e terribili. L’ultimo dei Chiaramonte, Andrea, nel 1392 fu decapitato davanti al suo palazzo, la famiglia subì la confisca dei beni e lo Steri passò al regio demanio Sotto il re Martino fu sede della corte; quindi intono al 1400 vi si stabilirono i siniscalchi e i tribunali. Nel 1601, dopo che nel 1598 la Regia Magna Curia fu trasferita al palazzo dei Normanni, lo Steri divenne sede del Tribunale della Santa Inquisizione, immagine e proiezione della Chiesa riformata di allora.

In quel tempo fu costruito il Carcere dei Penitenziati e nello stesso Steri ebbero sede le spaventose prigioni dei Filippini. Le famose carceri segrete del Palazzo hanno rappresentato una prigione buia dove per due secoli, dal 1605 al 1782, venivano rinchiusi innocenti. I prigionieri erano eretici, bestemmiatori, fattucchiere, amici del demonio, ma in realtà molto di loro erano soltanto degli artisti.

 Il Tribunale fu chiuso nel 1782 dal Vicerè Caracciolo, il quale diede poi alle fiamme l’archivio e gli strumenti di tortura. Le testimonianze di questo passato adesso sono visitabili ogni giorno, dalle 10 alle 18 (biglietto 5 euro, ridotto 2.50 euro), con le visite guidate dell’Associazione amici dei musei siciliani.

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key