Radio3

Contenuti della pagina

Se il mondo non reagisce

slcontent

Conoscevo di fama Khaled al Asaad, l’archeologo siriano ucciso con un atto di barbarie indicibile. Sapevo bene chi era, quanto aveva lavorato per la città di Palmira. La sua reputazione era di uomo di scienza, un ottimo conservatore di monumenti, un archeologo che ha dedicato al sito archeologico la sua vita con un altissimo livello professionale. Era molto anziano, a riposo, e continuava a dedicarsi a Palmira, a volerla difendere. Il suo assassinio lascia senza parole, ma dobbiamo dirlo: rientra nella serie di misfatti che questi fanatici da tempo stanno compiendo. 

Il segno di lutto nei luoghi di cultura e nei musei mi sembra giustissimo e doveroso. E adesso dobbiamo anche pensare come attribuirgli i dovuti riconoscimenti, andrà ricordato adeguatamente tuttavia non possiamo fermarci qui. Il messaggio di questi criminali  è chiaro e risponde a un atteggiamento già visto nel recente passato, quando i talebani distrussero i grandi Buddha in Afghanistan: perseguono una lotta a un tipo di civiltà che non riconoscono come patrimonio universale e vogliono distruggerla. Ma non è stato fatto niente per frenare questo fenomeno devastante. Dobbiamo infatti constatare che finora abbiamo assistito a un disinteresse riprovevole verso quanto accade nei territori invasi e occupati dall’Isis. Indipendentemente da ogni considerazione politica, se si lascia che l’autoproclamato Califfato prosegua nella sua azione chissà cosa accadrà. 

La mancata reazione internazionale è inammissibile: l’azione dell’Isis avrebbe dovuto già imporre reazioni più dure e più il tempo passa peggio è.Tanti chiedono: cosa può fare la cultura? 
Può svolgere funzioni educative, può convincere, ma è un processo di lunga durata.  Invece qui le risposte urgono, per cui si dovrebbe intervenire adesso.  È un problema di politica internazionale: questa criminalità barbarica va repressa. Anch’io vorrei ricordare Winston Churchill, e in particolare il suo discorso del 18 giugno 1940 alla House of Commons: un’esortazione alla lotta per debellare il nazismo e per evitare così all’umanità di “sprofondare nell’abisso di un nuovo medio evo, reso più sinistro e forse più lungo dalle luci di una scienza perversa”.

 

l’Unità

Credits

A cura di Paola De Monte
In redazione:
Maria Chiara Beraneck, Natascia Cerqueti, Marco Pompi, Gianfranco Rossi

Francesca Sforza



Francesca Sforza lavora alla Stampa dal 1999. Ha trascorso quattro anni a Berlino come corrispondente e due anni a Mosca. Nel corso di questo periodo all’estero è stata più volte inviata in Polonia, in Repubblica Ceca, in Slovenia e a più riprese nel Caucaso. Il suo libro “Mosca-Grozny: neanche un bianco su questo treno” (2006, Salerno Editrice) ha vinto il Premio Antonio Russo  e il Premio Maria Grazia Cutuli. Dal 2007 al 2011 ha lavorato a Torino come caporedattore del Servizio Esteri. Attualmente è responsabile dei contenuti digitali della redazione romana per il sito www.lastampa.it

Rassegna stampa
del 1 ottobre

Quello che Putin non dice - Franco Venturini - Corriere della Sera

Ripartiamo dalla maternità - Barbara Stefanelli - Corriere della Sera

"Ma dopo anni si intravede uno spiraglio" - Int. a De Mistura di Massimo Gaggi - Corriere della Sera

"No ai fondamentalisti in nome del Vangelo" - Int. a Walter Kasper di G.Guido Vecchi - Corriere della Sera

Padri naturali - Massimo Gramellini - La Stampa

Alla casa non serve solo meno fisco - Franco Bruni - La Stampa

Burocrazia, un dietrofront tra le vigne - Michele Brambilla - La Stampa

Perché difendo Obama l'indeciso - Thomas L. Friedman - La Repubblica

Libia, l'occidente cambia inviato - Vincenzo Nigro - La Repubblica

Gender, la fabbrica del pregiudizio - Maria Novella De Luca - La Repubblica

Le 2 Chiese divise su divorzio e famiglia - Paolo Rodari - La Repubblica

C'è un problema tra l'Italia e la Francia - Non solo Libia e non solo Siria - Il Foglio

Separati, non abbandonati - Maurizio Crippa - Il Foglio

La forza di vivere - Marina Corradi - Avvenire

Se questa è democrazia - Sotto attacco - Il Fatto Quotidiano 

Giannini: "Partita la caccia, il premier ha slegato i cani" - Int. a Massimo Giannini - Il Fatto Quotidiano

Mare nostro - Stop trivelle - Il Manifesto

"300 mila firme non bastano" - Int. a Pippo Civati di Daniela Preziosi - Il Manifesto



 


La Nuova Ecologia - il mensile di Legambiente di luglio-agosto 2015




Attenuare il rischio climatico rinaturalizzando le città. Adottare stili di vita flessibili per
vivere meglio e sprecare meno. Sorella resilienza. Così possiamo cogliere la sfida del cambiamento e salvaguardare la casa comune dell'umanità. All'interno un'intervista a James Lovelock. 


sito de La nuova ecologia

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key