Radio3

Contenuti della pagina

26/11/2013
Superiori: se cinque anni vi sembran troppi

slcontent

 

Gli ospiti di oggi:
 
 

Salvo Intravaia, si occupa di Scuola per Repubblica, docente di matematica a Palermo, è uscito nel 2013 per Laterza il suo L’Italia che va a scuola

 

Roger Abravanel, saggista e consulente per aziende italiane e internazionali ha scritto Meritocrazia  (Garzanti, 2008),  Regole (Garzanti, 2010); l’ultimo è Italia cresci o esci con Luca D’Agnese (Garzanti). Ha firmato di recente sul Corriere della Sera il pezzo “La scuola che non prepara per il lavoro” che anticipa il suo prossimo libro.
 

Giovanni, vive a Tubingen, vicino Stoccarda, insegna al liceo di Balingen: la durata della scuola superiore  dipende dalle singole regioni, lì nel Baden Wuttenberg è obbligatorio il ginnasio di 8 anni anziché 9; insegna filosofia e storia, dopo la Sis in Italia ha insegnato in Italia dopodiché in Germania  ha un altro stipendio ha fatto la Sis (Rederendariat) anche lì. Ora si è riaperto il dibattito sull’opportunità di ripristinare le 9 ore.
 
 

Domenico Pantaleo, Segretario Flc Cgil Scuola

 

Antonio d’Itollo, preside del Liceo Classico Orazio Flacco di Bari, autore del diffusissimo manuale di storia attualmente in uso nei licei italiani Cittadini del tempo (Lattes editore): il liceo partecipa alla sperimentazione  di 4.752 ore in 4 anni, 6 ore al giorno per 6 giorni a settimana, più 233 ore di laboratorio e stage.
 

Andrea Gavosto, direttore della Fondazione Agnelli  

Credits

A CURA DI Cristiana Castellotti

IN REDAZIONE Pietro Del Soldà, Cristina Faloci, Rosa Polacco, Pietro Filacchioni

IN REGIA Piero Pugliese

In conduzione
questa settimana

Pietro Del Soldà


La redazione

Le vostre e-mail

Tutta la città su Twitter

Tutta la città su Facebook

 

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key