Radio3

Contenuti della pagina

Nel cervello di un razzista

19/07/2013

slcontent

Bianco e nero, buono e cattivo, giusto e sbagliato. Nel nostro cervello ogni incontro con gli altri attiva meccanismi che solo un uso attento della cultura e delle nostre capacità sociali può contribuire a controllare. Mentre in Italia e negli Stati Uniti si riaccendono i dibattiti sul razzismo, incontriamo Elizabeth Phelps, psicologa alla New York University, autrice di numerose ricerche su neuroscienze e razzismo.

Insieme a Raffaella Rumiati, docente di neuroscienze cognitive alla SISSA di Trieste, esaminiamo l'importanza dei processi che nel nostro cervello ci assistono nelle decisioni di tutti i giorni: un argomento al centro della scuola estiva SCoNe (Social Cognitive Neuroscience), in corso a Trieste.

Al microfono Gaetano Prisciantelli.

La musica di oggi è Gabriel Fauré (Romance Sans Paroles) da À La Maniere de… op. 17 per pf, di Alfredo Casella, eseguita da Lya De Barberiis.


::LINK

Un'intervista a Elizabeth Phelps. Il cervello e il colore della pelle degli altri: 
La musica scuola estiva SCoNe (Social Cognitive Neuroscience), in corso a Trieste:

 

Credits

A cura di Rossella Panarese
In regia Costanza Confessore
In redazione Paolo Conte, Matteo De Giuli, Roberta Fulci, Marco Motta

SOCIAL


 

RSS

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key