Radio3

Contenuti della pagina

La e-cig va in fumo?

02/09/2014

slcontent

Altro che vapore. Le emissioni delle sigarette elettroniche rappresentano una grave minaccia per gli adolescenti e le donne in gravidanza. E l’uso di questi dispositivi andrebbe vietato nei luoghi pubblici. Così si è espressa, in un recente rapporto, l’Organizzazione Mondiale della Sanità sul fumo elettronico. Ma non tutti sono d’accordo. Per molti medici le e-cig sono molto meno pericolose delle sigarette tradizionali e possono essere uno strumento efficace nella lotta al tabagismo, come ci dice Umberto Tirelli, oncologo al Centro di Riferimento Oncologico di Aviano.
 

È possibile prevedere come si diffonderà un’epidemia come quella di ebola? Alessandro Vespignani, fisico alla Northeastern University di Boston, ci spiega come si sviluppano modelli statistici per descrivere la diffusione delle malattie infettive.
 

Al microfono Paolo Conte

::LINK

Il documento dell'OMS sulla sigaretta elettronica

L'editoriale di Daniel Sarewitz su Nature sulla sigaretta elettronica

L'articolo di Umberto Veronesi su Repubblica a difesa della sigaretta elettronica

Il sito del gruppo di ricerca di Alessandro Vespignani alla Northeastern University

Credits

A cura di Rossella Panarese
In regia Costanza Confessore
In redazione Paolo Conte, Matteo De Giuli, Roberta Fulci, Marco Motta

SOCIAL


 

RSS

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key