Radio3

Contenuti della pagina

Storie

slcontent

La diaspora degli Induisti Tamil e le vie della devozione
con Giuseppe Burgio, Cristina Natali, Gowri e Danala Kshmi






In fuga da una sanguinosa guerra civile, negli anni ‘80 i Tamil dello Sri Lanka conobbero una massiccia ondata migratoria che interessò in larga parte anche il nostro paese, ove si insediarono numerose comunità. I nostri ospiti, Giuseppe Burgio e Cristiana Natali hanno studiato rispettivamente la presenza induista Tamil in Sicilia e in Emilia-Romagna, mettendo in risalto i meccanismi interni di una creatività culturale e di una pratica religiosa suggestivamente in bilico tra integrazione e sommersione, identità e permeabilità.
Grazie alla voce e alla testimonianza delle nostre ospiti Tamil, Gowri e Danala Kshmi entreremo nello spazio, anche domestico e personale, della loro devozione. Una devozione inclusiva quella induista, che forse più cerchiamo di schematizzare, semplificandola nella categoria tutta occidentale del sincretismo, e più ci sfugge.



Suggerimenti di lettura
Cristina Natali, Giuseppe Burgio, I Tamil in Emilia-Romagna e Sicilia, identità e meticciamenti, in E. Pace (a cura di),  Le religioni nell’Italia che cambia. Mappe e bussole, Carocci 2013.
Giuseppe Burgio (a cura di), Oltre la nazione. Conflitti postcoloniali e pratiche . Il caso della diaspora Tamil, Ediesse 2014.
Giuseppe Burgio, La diaspora interculturale. Analisi etnopedagogica del contatto tra culture: i Tamil in Italia, ETS 2007.
Cristina Natali, Danzare l’identità. Performance artistiche e strategie commemorative tra i migranti Tamil dello Sri Lanka, in P. Luca Trombetta
S. Scotti (a cura di), L’albero della vita. Feste religiose e ritualità profane nel mondo globalizzato, Firenze University Press 2007






Parole
Tre e trecento, tre e tremila
Sì, d’accordo, disse l’uomo, ma, in realtà, Yajnavalkya, quanti dèi ci sono?
Trentatre
Sì, d’accordo, disse l’uomo, ma, in realtà, Yajnavalkya, quanti dèi ci sono?
Sei
Sì, d’accordo, disse l’uomo, ma, in realtà, Yajnavalkya, quanti dèi ci sono?
Due
Sì, d’accordo, disse l’uomo, ma, in realtà, Yajnavalkya, quanti dèi ci sono?
Uno e mezzo
Sì, d’accordo, disse l’uomo, ma, in realtà, Yajnavalkya, quanti dèi ci sono?
Uno
                                                               
Upanisad

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key