Radio3

Contenuti della pagina

Scuola - I miei primi passi

slcontent

ciao a tutti,

mi è capitato di sentirvi oggi per la prima volta, dopo il passaparola di un'amica più assidua ascoltatrice. mi chiamo sergio cattani, sono un farmacista. qualche anno fa sono entrato per la prima volta in una classe in occasione di un progetto didattico che insegnava ai ragazzi a pensare su cos'è la salute e il loro rapporto coi farmaci. sulla base di un polveroso faldone concordato dall'ordine dei farmacisti e l'azienda sanitaria, un mio collega aveva elaborato un divertente giochetto da fare con tutta la classe. consisteva in reggersi in piedi su una gamba e provare a stare in equilibrio dopo una spintarella, una spinta più forte, una valanga di offese, un sacco di complimenti etc. in questo modo facevo capire ai ragazzi che la salute è un equilibrio difficile da tenere e assolutamente non statico.

mi sono tenuto le "mie" 4 classi seconde medie all'anno per 3 anni, divertendomi e imparando tanto, e nel frattempo ho scritto un progetto, per condensare ciò che mi piace e so meglio: "Farmaci, Televisione, Pubblicità". 5 ore in cui analizziamo la pubblicità televisiva (soprattutto farmaceutica), pensiamo al concetto di farmaco come ci viene propinato dalle aziende farmaceutiche, progettiamo -a gruppi- un nuovo modo di parlare di salute attraverso gli audiovisivi e infine lo realizziamo, con tanto di operatore professionista.

con tanta paura e poca esperienza mi sono entusiasmato, assieme ai ragazzi, parlando semplicemente di cose importanti e provando ad esprimerlo anche in modi diversi dalla parola. questa è una delle

"pubblicità":

http://www.youtube.com/watch?v=1gM6Ob3scJM

e di seguito tutte le altre.

dopo il primo anno in una scuola, grazie alla prof referente alla salute che mi ha dato fiducia (nonostante i pochi soldi dell'istituto..), ho replicato con uguale entusiasmo. così quest'anno ho deciso di licenziarmi dal lavoro di farmacista per buttarmi nel mondo dell'educazione scolastica, inviando in tutta la regione il progetto, per provare ad incontrare altri istituti interessati. finora è andata

male: interesse ma niente soldi.

però non demordo, aggrappandomi a quei pochi contatti che si sono creati, provo a costruire qualcosa di nuovo. visto che non si riesce a pagare un operatore professionista, cercheremo di arrangiarci per riprese e montaggio, io e il tecnico di turno. non raggiungeremo l'eccellenza, ma tanto per esperienza so che il filmato finale non è che la ciliegina sulla torta, l'importante del progetto è ciò che si fa in classe, le 5 ore in cui si scopre, si progetta e si realizza. rimango sempre un po' deluso quando gli assessorati rispondono che il progetto non rientra nelle aree tematiche ministeriali per cui si prevedono finanziamenti. preferiscono parlare di sana alimentazione e attività all'aria aperta - per carità, sono importanti, ma da due provincie autonome (quindi con possibilità di spesa superiori alla media) mi aspetterei qualcosa di più.

comunque, i temi realizzati in classe dopo il progetto esprimono potentemente la grande sete di stimoli presente a quell'età, come un enorme PRESENTE! urlato in coro a chi si chiede dove sono le basi della società di domani. se il buongiorno si vede dal mattino, possiamo essere ottimisti. ma dobbiamo essere sempre PRESENTI anche noi, dando loro ciò che sommessamente chiedono: le chiavi giuste per capire il mondo, i messaggi subliminali sottesi a TV, internet, giornali, le basi inconsce dei loro comportamenti. non serve dire loro cosa fare, ma mostrare i veri fini di chi ogni giorno glielo dice attraverso i media: consumare, comprare, mettersi in fila. e poi invitarli a fare del loro meglio, in un'altra direzione, supportandoli quando ricadono negli inganni del consumismo.

continuate così con la trasmissione!

un salutone

sergio cattani

 

Credits

A cura di Loredana Rotundo
Regia di Diego Marras

IL CHIODO FISSO DI GIUGNO E'

Rifiuti

Per tutto il mese di giugno, dal cassonetto all’inceneritore, dalla discarica al compostaggio e al riciclo, le storie dei nostri scarti quotidiani intorno a cui ruotano le preoccupazioni ma anche l'impegno di chimici, educatori ambientali, naturalisti e semplici cittadini organizzati in difesa del territorio....E qualche incursione nei mondi
dell'arte e della narrativa

rifiuti
Dal 1°giugno alle 10.50 su Radio 3
Scrivete le vostre storie a chiodofisso@rai.it

il chiodo fisso di maggio è

Librai

Dal 1° maggio i librai raccontano le loro vite trascorse tra i libri  inventando mille modi per promuovere la lettura: dalla storica Libreria delle Donne di Milano alla libreria più lunga del mondo di Rocco Pinto a Torino fino  alle vivaci librerie di provincia.


Dal  1° maggio alle 10.50 su radio3
scrivete le vostre storie a chiodofisso@rai.it

Link



PROVA

Cosimo Semeraro. Associazione 12 giugno

Jabil

Riascolta

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key