Radio3

Contenuti della pagina

Speciale Cervia - Questione morale: la coscienza e la libertà - 17 aprile 2011

slcontent

Speciale Cervia
Questione morale: la coscienza e la libertà
con
Roberta De Monticelli
Domenica 17 aprile 2011

 

Anche quest'anno, a Cervia, a Uomini e Profeti è proseguita la riflessione su "fedi e laicità", sulla necessità che il laòs, la comunità intera, elabori un percorso verso pratiche di bene comune. Nessun essere umano dovrebbe mai rinunciare alla libertà della propria coscienza. Eppure quello che è il nostro bene più prezioso è anche un bene fragile, minacciato da pressioni o imposizioni esterne, come da ombre e timori sepolti in ciascuno di noi. Ospite di Gabriella Caramore , in questo numero speciale di Uomini e Profeti al Festival di Radio 3 di Cervia, Roberta De Monticelli, che nel suo lungo lavoro filosofico ha disegnato un paesaggio di problemi che oggi sembrano assumere un valore dirompente nel nostro paese. Sembra evidente un particolare deterioramento dell’etica. Un problema  solo italiano? Particolarmente italiano? Come si configura, quali volti assume in questa fase della nostra storia il deperimento morale? E come diventare “moralmente adulti”? Come tornare a “respirare” libertà a pieni polmoni? Anche la laicità fa problema nel nostro paese. Quale è la definizione che possiamo dare di laicità? E le  religioni: che cosa sono in grado di offrire all’uomo di oggi? Quale rapporto si può pensare tra le diverse verità che esse propongono?
http://www.unihsr.it/persona.asp?id=392. Cf. anche www.phenomenologylab.eu/

 

Cervia, Magazzini del sale

 

 

Fragile è sempre stato ciò che è prezioso: ma quanto più fragile è un "bene comune" che non esiste se non come giustizia,
quando il dovere di far funzionare le istituzioni che la incarnano (comprese quelle del diritto civile e penale) è a tal punto un'opzione eroica, e non la norma comune, da incorrere addirittura nel sarcasmo di chi le istituzioni rappresenta ai massimi livelli 
                                                                                                       Roberta De Monticelli


                                                                                                       

 

 

Si vede dalle sopraddette cose che l'Italia è , in ordine alla morale,
più sprovveduta di fondamenti che forse alcun'altra nazione europea e civile,
perocchè manca di quelli che ha fatti nascere e ora conferma ogni di più
co' suoi progressi la civiltà medesima, ed ha perduti quelli che il progresso della
civiltà e i lumi hanno distrutti
                                   
Giacomo Leopardi

 


Per il riascolto integrale del Festival di Radio3 di Cervia:
http://www.radio3.rai.it/dl/radio3/Page-ef2682c8-5a0e-4dc8-ad6c-acb75434fb86.html

Credits

Un programma di Gabriella Caramore
a cura di Paola Tagliolini
regia di Ornella Bellucci
consulenza musicale di Cristiana Munzi
in conduzione Benedetta Caldarulo,
Irene Santori
(Storie)
Gabriella Caramore (Questioni)
Via Asiago n. 10 - 00195 Roma

Moni Ovadia a Uomini e Profeti

Guarda la fotogallery >>

Lettere a U&P



E’ stato interessante il discorso sulla bellezza di domenica scorsa. Riflettendoci su vorrei sottolineare che esiste anche una seduzione negativa delle cose e che sarebbe opportuno evidenziare la differenza tra la seduzione di cui avete parlato, riferita alla bellezza legata alla verità,  e quella che invece riesce ad attrarre per la sua capacità di mimetizzare il vuoto a lei sottostante...

Calendario interreligioso

Appuntamenti

Leggere la Bibbia


Pablo Picasso, Ragazza che legge al tavolo Le letture bibliche di Uomini e Profeti in podcast >> Per  leggere i contenuti clicca su  archivio >>

ALTRE LETTURE


 














Medhat Shafik - Porta D'Oriente
Riascolti di Uomini e Profeti in  Podcast >>

Riascolta

Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key