Radio3

Contenuti della pagina

Ricordo di Giovanni Giudici

slcontent
Il poeta Giovanni Giudici, uno dei maggiori autori lirici italiani del secondo Novecento, è morto la notte tra lunedì e martedì all'ospedale di La Spezia dove era ricoverato da una settimana. Il prossimo 24 giugno avrebbe compiuto 87 anni. esordì nel 1953 con la sua prima raccolta di versi, pubblicata a Roma, dal titolo «Fiorì d'improvviso». Nel 1956 lasciò Roma per Ivgiudicirea, dove lavorerá all'Olivetti, formalmente come addetto alla biblioteca, ma in realtá, secondo le intenzioni di Adriano Olivetti, dedicandosi alla conduzione del settimanale «Comunitá di fabbrica». Da Ivrea si spostò prima a Torino, dove strinse amicizia con Nello Ajello, Giovanni Arpino e Beppe Fenoglio, quindi, nel 1958, a Milano, dove lavorò presso la Direzione Pubblicitá e Stampa dell'Olivetti retta da Riccardo Musatti. Qui suo compagno di stanza fu Franco Fortini, con il quale instaurò un sodalizio forte e duraturo. All'attivitá poetica, Giudici ha costantemente affiancato fino alla metá degli anni Novanta un rilevante impegno nel campo giornalistico e della critica letteraria.

 

“Un grande poeta: era insieme a Zanzotto il più grande poeta italiano vivente e uno dei più grandi del Novecento, anche perché nel nuovo secolo o millennio che sia la sua voce si è quasi ritratta: dopo il festeggiamento dei suoi 80 anni, quando la città di La Spezia gli ha conferito la cittadinanza onoraria (primavera 2004), Giovanni ha taciuto, è piombato nel silenzio di una malattia, che lo ha tenuto lontano anche dagli amici”. (Giulio Ferroni, critico de L’Unità)

 

Credits

Curatori
Monica D'Onofrio, Paola Damiani e Stefano Roffi
Redazione
Leda Bianchi, Giorgia Niso
Regia
Chiara D'Ambros
Conduttori
Francesco Antonioni, Oreste Bossini, Nicola Campogrande, Riccardo Giagni, Andrea Ottonello, Andrea Penna, Stefano Valanzuolo, Guido Zaccagnini

Sede Rai di Milano:
Nicola Pedone





Access key

La navigazione di questo sito è agevolata dalle access key, tramite le quali è possibile accedere alle funzioni e ai contenuti principali del sito.

Sono state definite le seguenti access key